Rob Howley: febbre a 80°

Rob Howley: febbre a 80° (di Roberto Vanazzi) Il mediano di mischia Rob Howley ha guadagnato 59 caps per il Galles, 22 dei quali da capitano, con una striscia di 10 vittorie consecutive nel 1999. Da leggenda la sua meta all'ultimo minuto nella finale di Heineken Cup 2004, che ha concesso il trofeo ai London... Continua »
gennaio 30, 2017

Lucien Mias: Docteur Pack

Lucien Mias: Docteur Pack (di Roberto Vanazzi) Soprannominato Docteur Pack, il carismatico seconda linea Lucien Mias ha diviso la sua carriera tra leggendarie partite di rugby e gli studi di medicina che lo hanno portato a diventare un eminente geriatra.... Continua »
gennaio 16, 2017

Ken Jones: il figlio del vento

Ken Jones: il figlio del vento (di Roberto Vanazzi) Campione a tutto tondo, il gallese Ken Jones si è esaltato tanto sui campi da rugby quanto sulle piste di atletica, arrivando a vincere la medaglia d'argento alle Olimpiadi di Londra del... Continua »
dicembre 13, 2016

Jim Renwick: flower of Scotland

Jim Renwick: flower of Scotland (di Roberto Vanazzi) Trequarti centro sgusciante e scoppiettante, Jim Renwick ha disputato 52 partite con la maglia della nazionale scozzese tra il 1972 e il 1984 e ha intrapreso il tour dei British & Irish Lions del 1980 in... Continua »
novembre 28, 2016

Jacques Fouroux: Le Petit Caporal

Jacques Fouroux: Le Petit Caporal (di Roberto Vanazzi) Soprannominato Le Petit Caporal, a causa della bassa statura e della forte personalità, Jacques Fouroux ha guidato la Francia da capitano al Grande Slam del 1977 e poi da allenatore a quelli del 1981 e del... Continua »
novembre 21, 2016

Tony O’Reilly: baciato dalla fortuna

Tony O’Reilly: baciato dalla fortuna (di Roberto Vanazzi) Tra i migliori giocatori ad indossare la maglia della nazionale irlandese, dei British Lions e dei Barbarians, Tony O'really è stato anche uno degli uomini d'affari di maggior successo in Irlanda, tando da diventare il primo miliardario dell'Isola di... Continua »
ottobre 24, 2016

Bleddyn Williams: il principe di Galles

Bleddyn Williams: il principe di Galles (di Roberto Vanazzi) Soprannominato il Principe dei Centri, Bleddyn Wiliams è stato la star indiscussa del periodo amatoriale del rugby subito dopo la seconda guerra mondiale. Ad oggi, Williams è l’ultimo capitano di una squadra gallese ad avere sconfitto gli All Blacks e l’unico ad esserci riuscito due volte, con la... Continua »
ottobre 3, 2016

Richard Hill: the Silent Assassin

Richard Hill: the Silent Assassin (di Roberto Vanazzi) Il flanker dei saracens Richard Hill si è guadagnato 71 caps con l'Inghilterra, conquistando la Coppa del Mondo del 2003, e ha disputato cinque test match per i British & Irish Lions in tre differenti... Continua »
settembre 26, 2016

Michel Crauste: Le Mongol

Michel Crauste: Le Mongol (di Roberto Vanazzi) Soprannominato Le Mongol, a causa della sua aria vagamente asiatica e i baffi spioventi, il terza linea Michel Crauste ha guadagnato 62 presenze con la nazionale francese tra il 1957 e il 1966, tra le quali 22 con da... Continua »
agosto 29, 2016

Mike Campbell-Lamerton: codice d’onore

Mike Campbell-Lamerton: codice d’onore (di Roberto Vanazzi) Mike Campbell-Lamerton è stato uno dei più importanti giocatori di seconda linea della sua generazione, quella degli anni ’60. Militare di carriera, Mike ha partecipato a due tour con i Lions, uno nel ruolo di capitano, e ha guadagnato 23 caps con la Scozia, vincendo il Cinque Nazioni... Continua »
agosto 22, 2016

Pierre Albaladejo: l’uomo con i piedi d’oro

Pierre Albaladejo: l’uomo con i piedi d’oro (di Roberto Vanazzi) Figura iconica del rugby francese, Pierre Albaladejo vanta una trentina di presenze con la propria nazionale tra il 1954 e il 1964, giocate soprattutto nel ruolo di apertura. Calciatore preciso con entrambi i piedi, Albaladejo ha fatto del drop la sua arma vincente, tanto da essere soprannominato Monsieur... Continua »
maggio 23, 2016

Delme Thomas: l’uomo che non arretrava mai

Delme Thomas: l’uomo che non arretrava mai (di Roberto Vanazzi) Leggendario seconda linea gallese, Delme Thomas ha conquistato il Grande Slam del 1971, ha intrapreso tre tour con i British Lions e, da capitano, ha guidato il Llanelli ad una storica vittoria sugli All Blacks nel... Continua »
maggio 2, 2016

Mike Catt: la leva rugbistica del ‘71

Mike Catt: la leva rugbistica del ‘71 (di Roberto Vanazzi) Mike Catt ha giocato in tutti i ruoli della backline: da trequarti centro a estremo, da ala a mediano d’apertura, realizzando 142 punti in 75 presenze per la nazionale inglese, con la quale ha disputato quattro mondiali e giocato due finali, tra cui quella vinta del 2003, Nel... Continua »
aprile 18, 2016

Bruce Hay: una poltrona per due

Bruce Hay: una poltrona per due (di Roberto Vanazzi) Estremo e ala, Bruce Hay ha ottenuto 23 caps per la nazionale scozzese tra il 1975 e il 1981 e ha partecipato al tour dei Lions del 1980. La sua unica unica sfortuna è stata quella di condividere il ruolo con un altro grande campione quale Andy... Continua »
aprile 4, 2016

Jo Maso: il cavaliere biondo

Jo Maso: il cavaliere biondo (di Roberto Vanazzi) Trequarti centro e mediano d’apertura, Jo Maso ha guadagnato 25 caps per la Francia dal 1966 al 1973, conquistando il primo Grande Slam del rugby francese nel 1968. In seguito Jo è diventato il numero uno del rugby... Continua »
febbraio 29, 2016

David Humphreys: il mago di Belfast

David Humphreys: il mago di Belfast (di Roberto Vanazzi) Talentuoso mediani d’apertura, David Humphreys vanta 560 punti e 72 presenze con la nazionale d'Irlanda e, con l'Ulster, ha conquistato la prima Heineken Cup di una squadra... Continua »
febbraio 22, 2016

Wavell Wakefield: il barone di Kendal

Wavell Wakefield: il barone di Kendal (di Roberto Vanazzi) Aviatore dell’esercito britannico, deputato, lord e barone, Wavell Wakefield è stato il primo inglese ad essere ammesso nella International Rugby Hall Of Fame. A lui si deve il merito di avere rivoluzionato il ruolo degli avanti negli anni... Continua »
febbraio 15, 2016

Scott Quinnell: vizio di famiglia

Scott Quinnell: vizio di famiglia (di Roberto Vanazzi) Scott Quinnell, figlio di Derek Quinnell e nipote di Barry John, ha giocato terza linea centro per il Galles cinquantadue volte, delle quali sette nella veste di capitano, e ha preso parte a due tour con i... Continua »
febbraio 3, 2016

André Boniface: quando giocavano “Les Boni”

André Boniface: quando giocavano “Les Boni” (di Roberto Vanazzi) Giocatore eccezionale, trequarti centro e anche ala, André Boniface è stato il simbolo del cosiddetto "Rugby Champagne", mostrato al mondo dalla Francia negli anni '60. Con suo fratello Guy ha formato una coppia di centri straordinaria, che i francesi hanno soprannominato Les... Continua »
gennaio 13, 2016