Phil Blakeway: spalla contro spalla

(di Roberto Vanazzi)

Ho fatto l’errore una volta di strizzare i testicoli di Phil Blakeway, un pilone dalla forza soprannaturale del Gloucester, nel tentativo di convincerlo a lasciar andare il pallone in una maul. Grande errore. Blakeway mi ha afferrato il polso e quando la maul è terminata lui non lo aveva ancora lasciato, mentre io superavo il record mondiale per il numero di scuse in quindici secondi di balbettante paura. Ho trascorso i pochi minuti che mancavano alla fine della partita il più lontano possibile da Blakeway.” (Paul Ackford)

Pilone molto forte sia tecnicamente che fisicamente, Phil Blakeway ha fatto parte della potente prima linea inglese che ha conquistato il Grande Slam nel 1980. Nonostante una carriera costellata di infortuni anche gravi, l’atleta del Gloucester ha giocato 19 volte per la nazionale della Rosa e ha intrapreso il tour con i British & Irish Lions in Sudafrica.

Phil Blekaway

Phil Blekaway

Phillip John Blakeway è nato il 31 dicembre 1950 a Broad Haven, in Galles, e ha studiato presso la King’s School di Sherborne, nella contea del Dorset. Pilone solido e affidabile, Phil ha iniziato la sua carriera da giocatore nel 1968 con il Cheltenham RFC. Tre anni più tardi il ragazzo ha esordito tra le fila del Gloucester RFC, un club che ha fornito molti avanti alla nazionale inglese nel corso degli anni, come Tom Voyce, Mike Burton e Mike Teague.

La prima partita di Phil con i colori bianco-rossi del suo club è stata disputata il 13 novembre 1971 contro il Moseley. Alla fine di quella stagione la squadra ha conquistato la prima edizione della Coppa Anglo-Gallese, allora chiamata John Player Cup, battendo lo stesso Moseley 17 a 6. Ben presto il pilone è diventato una figura familiare nella città di Gloucester, dove commerciava frutta e verdura all’ingrosso.

Nel 1978 il Gloucester ha vinto nuovamente la Coppa Anglo-Gallese dopo avere battuto in finale il Leicester per 6 a 3.

Dopo avere giocato per l’under 23 inglese, Blakeway ha fatto il suo debutto nella nazionale maggiore il 19 gennaio 1980, all’età di 29 anni, appena due anni dopo avere quasi rischiato di uscire dai giochi a causa di un serio infortunio al collo.
La sua prima partita con la maglia bianca è stata una vittoria per 24 a 9 contro l’Irlanda, a Twickenham, dove ha giocato in una prima linea che comprendeva anche Fran Cotton e Peter Wheeler. In quella stagione, dopo anni di trend negativo, gli uomini allenati da Mike Davis hanno stupito tutti battendo la Francia per la prima volta a Parigi dal 1964 e il Galles dopo un digiuno che durava dal 1974. In questa gara gli inglesi sono andati subito sotto 0 a 8 a causa delle mete di Clive Rees e Jeff Squire, ma hanno saputo reagire alla grande e ribaltare il risultato con i calci di Dusty Hare sino al 9 a 8 finale.

La squadra capitanata da Bill Beaumont è arrivata a punteggio pieno all’ultimo incontro con la Scozia. Anche il XV del Cardo di Andy Irvine, però, aveva vinto tutte le sue partite e la sfida decisiva si sarebbe tenuta a Murrayfield. In palio c’erano il titolo del Cinque Nazioni, la Triple Crown, la Calcutta Cup e il Grande Slam. Era dal 1963 che l’Inghilterra non vinceva il torneo e bisognava tornare indietro sino al 1957 per trovare l’ultimo Slam. Alla fine la gara è finita 30 a 18 per i bianchi, grazie alla hat trick di John Carleton e una meta a testa per Mike Slemen e Steve Smith. Phil Blakeway, così come pure il seconda linea Roger Uttley, si è infortunato durante la gara ma, visto come aveva giocato sino a quel momento, Mike Davis non ha avuto il coraggio di sostituirlo. Alla fine la storia gli ha dato ragione.

Sulla base di questo grande risultato Phil e i suoi colleghi del pack, Fran Cotton, Peter Wheeler, Bill Beaumont e Maurice Colclough, sono stati tutti convocati da Noel Murphy per la tournée sudafricana dei British & Irish Lions. Purtroppo, lo stesso Blakeway e Fran Cotton sono stati costretti a lasciare il gruppo per un infortunio subìto durante la gara con il XV denominato SARA Invitation, a East London, e non hanno disputato neppure un test match.

Nel marzo dello stesso anno Phil aveva ricevuto il primo di cinque inviti per giocare con i Barbarians. Tra il 1980 e il 1985 il pilone ha incontrato due volte East Midlands e tre volte i Leicester Tigers.

Blakeway è stato successivamente in campo in tutte e quattro le partite del Cinque Nazioni 1981, ma la fortuna che aveva aiutato gli inglesi l’anno precedente in quella stagione è venuta a mancare e i bianchi sono finiti a metà classifica, con due vittorie, su Scozia e Irlanda, e due sconfitte con Francia e Galles.

Nel 1982 i sudditi di Sua Maestà hanno aperto il torneo con un 9 a 9 sull’erba di Murrayfield. Quindi, dopo avere perso in casa con l’Irlanda per un solo punto, sono riusciti ad espugnare il Parc des Princes di Parigi con un ottimo 27 a 15. All’ultima giornata i bianchi hanno battuto anche il Galles a Twickenham, ma il titolo è finito nella bacheca dell’Irlanda.

Quell’anno il pilone e il suo Gloucester sono arrivati a giocarsi per la terza volta la finale di Coppa Anlgo-Gallese contro Moseley. La sfida è terminata 12 a 12 e le due compagini hanno ottenuto ex aequo il trofeo.

Phil Blekaway, Steve Mills e Malcolm Preedy

A causa di un infortunio Blakeway ha perso tutta la stagione 1983. Rientrato tra i ranghi della nazionale l’anno successivo, il pilone ha affrontato un altro Cinque Nazioni parco di successi. Gli uomini guidati da Dick Greenwood hanno vinto solo la gara interna con l’Irlanda, per poi perdere tutte le altre, con una pesante sconfitta a Parigi e una batosta subita tra le mura amiche di Twickenham per mano del Galles. L’Inghilterra del 1984 è stata considerata una delle peggiori di sempre.

Nella primavera del 1984 il XV della Rosa ha affrontato un tour in Sudafrica, provocando grosse polemiche a causa del regime di apartheid che vigeva nel paese africano. I bianchi di capitan John Scott hanno perso malamente entrambi i test match con gli Springboks. Phil ha disputato solo il primo di essi, il 2 giugno a Port Elizabeth, in una front row con Steve Mills e Malcolm Preedy: i padroni di casa si sono imposti per 33 a 15.

Nella stagione 1985, sotto la guida del capitano Paul Dodge, Blakeway ha giocato quattro partite, in prima linea con il tallonatore Steve Brain e l’altro pilone Gary Pearce: un’amichevole contro la Romania, terminata 22 a 15, e tre gare del Cinque Nazioni, comprendenti un pareggio 9 a 9 con la Francia, una vittoria sulla Scozia per 10 a 7, che ha portato agli inglesi la Calcutta Cup, e una sconfitta per 10 a 13 subita a Lansdowne Road il 30 marzo. Con questa gara Phillip ha detto addio alla gloriosa maglia della nazionale inglese.

Il 23 marzo precedente Phil aveva disputato contro il Bath anche l’ultima partita per Gloucester. In una carriera rovinata dagli incidenti, il pilone ha totalizzato con il suo club ben 141 presenze.

Una volta ritiratosi dal rugby giocato, Phil è tornato ad occuparsi del commercio di frutta e verdura all’ingrosso.

Nel 2011 Phil Blakeway è stato introdotto nella Walk of Legends a Kingsholm Road, dove sorge lo stadio del Gloucester Rugby, che serve ad onorare i giocatori che hanno rappresentato al meglio il club.

 

TORNA ALLA PAGINA INIZIALE

I commenti sono chiusi.